TABATA

150701427_3816573538388791_7696203900669449730_n.jpg
“C’è un momento nel quale bisogna “lasciar andare…” alla Fine del Cammino di Santiago butti via il bastone, gli scarponi… ciò che credevi indispensabile è giusto vada.
Così Tabatina io ti ho lasciata andare verso il famoso ponte dell’arcobaleno, che a noi umani serve per sapervi felici ancora…
Ti ho lasciata andare esattamente come ti ho accolta 14 anni fa. Tu ed io. Sole.
Abbiamo visto 2 case a Milano, una a Colico, due a Lecco, una a Lugo e una a Ravenna.
Abbiamo pedalato insieme x ore, sul ciclo mulino, sui rulli, su zwift….
Come ieri sera. Come questa mattina.
Mi guardavi. Nella cuccia. Ormai non camminavi più.
Abbiamo insieme lottato. Pianto. Riso. Mi hai festeggiata alla prima vittoria della Mi/Sanremo, al ritorno dal Canada. Mi hai coccolata nelle notti nere.
Con cipiglio e carattere hai accettato Stella e difeso il tuo spazio, che era solo tuo.
Solo sabato mi hai guardata, ti ho sollevata ed eri leggera come l’aria. Magra, sotto ad un folto pelo.
Sei stata la mia anima guida, silenziosa ma presente.
Mi piace pensarti ora con mamma Vicky. Si te ne ho parlato tanto. Ti ho chiesto di salutarmela.
Ciao dolce Tabatina.
Grazie dell’amore, della dedizione, del calore, dell’affetto.
Grazie grazie Tabata mia.
Ora corri. Corri fino a non aver più fiato.” ❤️

Partita IVA 04538290406 – Codice univoco M5UXCR1